Giardino misto, Verona (VR) - Veneto

Vista del viale, delimitato da siepi di bosso e cespugli di ortensie

Indirizzo via mantovana 111 Loc. santa lucia Verona (VR) - Veneto Accessibilità sì - accessibile con permesso
Telefono 329-6581671 Orari apertura disponibile solo su appuntamento
E-mail info@parcocortepigno.it
Sito Web Parco Corte Pigno

Il giardino si trova nell'ambito del Comune di Verona, a 5 Km dalla piazza dell'Arena e confina con forte Gisella, l'ultimo forte costruito a Verona dagli Austriaci, tra il 1861 e '62.
Il giardino si sviluppa attorno ad un lungo viale, delimitato da siepi di bosso e grandi cespugli di ortensie. Ai due lati vaste distese prative delimitate ai confini da vari alberi come cedri deodara, cedri atlantica, pini marittimi, lecci, faggi, abeti, magnolie, carpini, bambù, aceri, alloro, tuie.
Si trovano inoltre alcune piante da frutto: nespolo, nespolo giapponese, giuggiolo, marasca, ciliegie, prugne, lamponi, fichi, melograno. Un piccolo orto trova spazio su una montagnola rocciosa vicino alla villa, con piante officinali, verdure e fiori. Le piante principali sono segnalate con cartello, indicante il nome e la famiglia di appartenenza.
Di particolare interesse alcuni esemplari di lagestroemia indica ad alto fusto, il viale delle ortensie, i cedri deodara, atlantica ed atlantica glauca, i faggi rossi e faggi penduli.

Strutture architettoniche

Nel giardino si trova un berceau di glicine, all'interno del quale è situata un'antica tavola di pietra rotonda circondata da una panca di pietra. Inoltre si trovano diversi cippi di pietra, due colonne di pietra che fanno da supporto a fioriere di gerani. Un particolare interessante è la piccola cappella con l'antico altare risalente al '700. Infine una zona è dedicata ai bambini dove è possibile trovare diversi giochi ed una casa delle bambole, con alcune bambole antiche.

Notizie storiche

La villa risale alla fine del '700, mentre la casa colonica della corte è certamente antecedente. Il disegno del giardino è stato impostato a partire da inizio Ottocento. La proprietà, appartenente al Barone Lassotovich, è stata acquisita nel 1898 dagli attuali proprietari, che ne hanno incrementato il giardino nel corso degli anni '30 del Novecento. Ulteriori interventi si sono avuti a partire dal 1965, quando alcune aree ortive sono state sostituite da un giardino ornamentale.

Superficie

20000 mq

Mappa

Come arrivare



Condizione giuridica

Proprietà Privata

Provvedimento di tutela

Tutela ambientale dagli anni '70

Galleria fotografica